Percorsi mindfulness

 

 “La tua visione diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore. Chi guarda fuori, sogna. Chi guarda dentro, si sveglia” 

Carl Gustav Jung

 

I percorsi di mindfulness si sono diffusi all’interno della psicologia della salute e della psicoterapia grazie alle evidenze scientifiche che ne hanno avvalorato gli effetti benefici. Attraverso la pratica regolare si attivano processi di modulazione neurochimica e processi di plasticità neuronale. 

La mindfulness oltre ad essere una pratica di consapevolezza secolare è lo stato naturale e originario in cui risiede la mente. Praticare mindfulness significa coltivare saggezza e sviluppare una corretta visione dei fenomeni. Ovvero andare oltre gli schemi autolimitanti ed iniziare ad affrontare la vita con una disposizione mentale ed emotiva più libera. 

I percorsi di mindfulness si rivolgono a tutte le persone che vogliono raggiungere un equilibrio psicofisico fonte di benessere e migliorare la propria capacità di contrastare lo stress. 

 

AMBITI DI APPLICAZIONE

  • Gestione dell’ansia
  • Gestione dello stress
  • Gestione degli impulsi e della ruminazione mentale
  • Sviluppo della consapevolezza e della comprensione globale di sé

Tra i benefici riscontrati:

Piano fisico

  • modulazione della pressione sanguigna e  dell’attività cardiaca
  • modulazione del sistema immunitario
  • allentamento delle tensioni muscolo-scheletriche
  • riduzione dei livelli di stress e infiammazione
  • riduzione dei sintomi psicosomatici (sintomi gastro-intestinali, ritmo sonno-veglia, etc…)

Piano emotivo

  • riduzione degli stati ansiosi e depressivi
  • regolazione della sfera emotiva
  • miglioramento dell’umore

Piano cognitivo

  • miglioramento dell’attenzione e della concentrazione
  • sviluppo di una mente stabile, quieta e vigile 
  • sviluppo delle capacità di problem solving e decision making

 

GUIDA AL SERVIZIO

I percorsi mindfulness sono uno strumento  per coltivare chiarezza mentale, comprensione e intuizione. Sono spazi per prendersi cura di sé e sviluppare qualità per migliorare il contatto con se stessi. Nel contesto della psicologia della salute la mindfulness è un mezzo per imparare ad armonizzare parti di sé attraverso la pratica dell’accoglienza e dell’amorevolezza. Molte volte possiamo rimanere intrappolati dentro l’autogiudizio e l’autosvalutazione. Questi stati d’animo non fanno che offuscarci la visione e appesantirci la mente. Ecco che le pratiche mindfulness possono essere un valido strumento, delicato e mirato, per sbloccare il proprio potenziale.

Apprendere modalità di attenzione intenzionale e fluttuante, riconoscere le sensazioni fisiche senza giudizio, accogliere le emozioni e i pensieri come uno spettatore distaccato permette di allenare la mente ad aprirsi a nuove possibilità di visione. Seguendo una pratica regolare, formale ed informale, si  innesca una radicale trasformazione della mente e della coscienza.

La coscienza è intesa come il nucleo centrale della propria identità più autentica e profonda. Coltivare una consapevolezza globale di sé significa sviluppare il proprio potenziale personale scoprendo abilità, capacità e competenze emotive e cognitive. La consapevolezza mindfulness è quindi un’attitudine che può essere appresa e permette di  affrontare le diverse situazioni della vita con maggiore serenità, equilibrio e chiarezza.

 

MODALITA’ E DURATA

Il percorso mindfulness viene progettato in base ai  bisogni specifici della persona che ne fa richiesta. Durante il primo colloquio viene individuata la tematica su chi programmare un ciclo di incontri personalizzato. Alla pratica formale effettuata in  studio saranno affiancate pratiche informali da fare a casa per esplorare consapevolmente la propria esperienza e migliorare la presenza mentale.  

Attraverso il percorso mindfulness si impara a vivere pienamente e in maniera consapevole ciò che proviamo, sentiamo e percepiamo senza attaccarci a schemi di reazione disfunzionali e autolimitanti. Il percorso prevede l’esplorazione graduale e consapevole  della propria esperienza: percezioni, sensazioni, impulsi, emozioni, pensieri, parole, azioni e modalità relazionali.

Potrai sin da subito sperimentare un profondo rilassamento anche se non è l’obbiettivo primario della mindfulness, ma solo un effetto collaterale dato dalla presenza mentale. Già dalle prime sessioni saranno percepibili miglioramenti nel proprio stato di salute, segno che i vari sistemi fisiologici si  stanno regolando. Le tensioni muscolari e nervose si allentano progressivamente, migliora il livello energetico,  vitale e aumenta la qualità del riposo notturno. Con la pratica regolare oltre a questi primi cambiamenti si aggiungono rinnovate capacità di stare in relazione con sè e con gli altri.

Arrivati alla conclusione del percorso avrai raggiunto un equilibrio psicofisico  globaleacquisito strumenti pratici  che  ti  aiuteranno  a gestire meglio le situazioni stressanti e problematiche della vita quotidiana.