Sostegno psicologico

 

“Iniziare un nuovo cammino spaventa. Ma dopo ogni passo che percorriamo ci rendiamo conto di come era pericoloso rimanere fermi”

Roberto Benigni

 

Il sostegno o supporto psicologico è un intervento per la prevenzione del disagio e la promozione del benessere psicologico. Non è un intervento psicoterapeutico, ma si configura come un percorso finalizzato ad orientare, promuovere, sostenere e aiutare la persona nella soluzione di problemi affettivi, emotivi, comportamentali, interpersonali e aumentare la conoscenza delle buone pratiche per migliorare la qualità di vita.

La durata del sostegno psicologico viene concordata insieme alla persona e valutata in base alla tematica portata. L’intero percorso trattandosi di spesa sanitaria, da diritto alla detrazione fiscale del 19% sulla dichiarazione dei redditi.

 

Ambiti di applicazione

  • Gestione dell’ansia, attacchi di panico, fobie e dipendenze

  • Gestione dello stress e dell’irritabilità

  • Gestione della disregolazione dell’umore

  • Gestione di situazione di crisi temporanee

  • Gestione dei disturbi psicosomatici

  • Gestione delle dinamiche di coppia

  • Sostegno nell’elaborazione del Lutto

  • Sostegno alla genitorialità

 

 

GUIDA AL SERVIZIO

Il sostegno psicologico si rivolge a tutte quelle persone che vivonosituazioni di disagio emotivo ed esistenziale e che stanno vivendo una sofferenza psicologica che incide più o meno gravemente sul benessere psicofisico, sull’ambiente esterno e nelle relazioni interpersonali. L’Organizzazione Mondiale della Sanità  ha incluso il benessere psicologico nel concetto di salute definendolo come “quello stato nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive, emotive, comportamentali e relazionali per rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, adattandosi costruttivamente alle condizioni esterne e ai conflitti interni”.

All’interno di quest’ottica possono essere diverse le situazioni di vita,  le difficoltà, i disturbi o i sintomi in grado di motivare la richiesta di una consulenza psicologica, ma nel momento in cui avvertiamo maggiore destabilizzazione nei propri equilibri interiori, il momento di crisi offre l’opportunità verso il cambiamento.

Il sostegno psicologico ha l’obbiettivo di trasformare lo stato di malessere facilitando un  percorso di crescita orientato allo sviluppo di  specifiche capacità trasversali che favoriscono l’alleviarsi della condizione di sofferenza e l’instaurarsi di un nuovo stato di benessere stabile e duraturo.

 

MODALITA’ E DURATA

Nei primi incontri lo psicologo valuterà l’entità della tematica portata dalla persona e escluderà possibili  sintomi riconducibili ad un quadro clinico che necessiti l’intervento  psicoterapeutico.  Accertato ciò saranno concordati insieme alla persona gli obbiettivi del percorso di sostegno psicologico, individuando modalità di intervento e frequenza degli incontri.

Gli incontri saranno un’occasione per prendersi cura di sé, sciogliere i nodi psicoemotivi, riscoprire le proprie potenzialità e favorire l’emergere di un nuovo stato di benessere globale (psichico, emotivo, mentale, fisico). La persona avrà l’opportunità di esplorare e riconoscere i propri schemi di comportamento e di pensiero, riconoscere le proprie competenze personali e aumentare il livello di consapevolezza per scoprire nuove strategie tese alla risoluzione delle problematiche  incontrate. 

Il percorso di sostegno psicologico mira a promuovere lo sviluppo armonico della persona, l’autonomia e la valorizzazione delle capacità personali agendo sulle risorse e sui punti di forza, mentre fornisce supporto rispetto alla gestione dell’attuale problematica riscontrata (emotiva, relazionale, affettiva, psicologica, lavorativa, familiare).